Fungo di Borgotaro Igp

Fungo di Borgotaro Igp

Creme e Giardiniera

Per assicurarvi prodotti di qualità al giusto valore, aggiorniamo mensilmente il prezzo di tutti i prodotti in base alle oscillazioni di mercato!

Fungo Porcino Secco

Storia & Curiosità

Il Fungo di Borgotaro Igp viene raccolto nei comuni di Borgo Val di Taro, Bedonia, Berceto, Compiano e Tornolo, in provincia di Parma. 

Le prime informazioni riguardanti il Fungo di Borgotaro Igp si trovano in un documento redatto da Alberto Clemente Cassio tra fine '600 e inizio '700, ma la commercializzazione vera e propria parte da inizio 1900 e si perfeziona dal 1964 quando, per la prima volta in Italia, nascono le riserve per raccogliere questa tipologia di Fungo pregiato. 

Il Fungo di Borgotao Igp non viene coltivato come gli altri prodotti ortofrutticoli classici, ma è caratterizzato da una crescita spontanea in boschi allo stato puro o misti che vengono trattati o condotti in maniera idonea per la futura raccolta, effettuata da primavera fino ad autunno inoltrato. 

L'esperienza e la tradizione di selvicoltura nel territorio di produzione fanno sì che la sua qualità venga riconosciuta in tutta Europa, ottenendo anche la certificazione Igp nel 1996.

In cucina ha molteplici usi: trifolati, in paste ripiene, come sugo per primi piatti o crudi in insalate o contorni.

©